Mi disse di lasciare il porno acceso

Avevamo avuto una serata rilassante. Lei disse che si sarebbe fatta un bagno, io mi sono bevuto  una birra e ho acceso un film porno. Forse tenevo il volume troppo alto, perché dopo aver visto dei tipi che si inculavano una bionda in piscina e io iniziai a segarmi il pisello eretto, lei tornò al piano di sotto. Tutta bagnata, con un asciugamano tra i capelli e un altro attorno al corpo.

Sito: videopornotube.it

“Scusami, avrei dovuto abbassare.” dissi. Ma lei mi disse che non dovevo scusarmi. Nella vasca si sentiva sola e voleva guardare il porno con me. Io volevo che mollasse la presa dall’asciugamano, così sarebbe caduto sul pavimento, ma non volevo spingerla. Lei sedette accanto a me e iniziò a guardare il porno con me. E non riusciva a guardare. Diceva che le serviva una bella scopata perché era tutta bagnata e stava impazzendo. Portai la mano sotto all’asciugamano e la sua topa era così umida e bagnata che avrei potuto piangere. La tirai più vicino a me e poi la spinsi sul pavimento, quindi era a quattro zampe aspettando che la penetrassi. Guardai la sua topa da dietro e stava producendo tantissimo succo. La leccai e lei gemette, così feci scivolare il dito dentro di lei. Lei mi afferrò il cazzo e lo mise contro il suo culo e in quel momento decisi che le avrei scopato la topa con il dito e le avrei messo il cazzo in culo. Lo spinsi dentro; era uno spazio bello e stretto. Gridò. Poi la scopai e lei oscillava avanti e indietro sulle braccia e le ginocchia, ma aveva ancora gli occhi aperti e lo schermo mostrava ancora due tipi che scopavano una bionda, uno nella vagina e uno nell’ano. Mio dio, quanto gridava forte quando venì! Più forte del film e più forte di ogni volta in cui l’avevo scopata nella vagina. Beato me – non solo le piacciono i film porno, ma anche il sesso anale.